Nel 2011 nasce Si.S.Ca., un sistema IoT per la sicurezza sui luoghi di lavoro, sviluppato grazie al finanziamento dell’Inail-Direzione regionale per la Campania, con la CONTARP che ne ha assunto la direzione scientifica, il CPT di Napoli, e con la collaborazione dell’Università degli Studi di Napoli.

Si.S.Ca. ha introdotto nel settore della prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali nei luoghi di lavoro un concetto radicalmente nuovo, quello della “sicurezza attiva”, intesa come un insieme di sistemi intelligenti che agiscono in maniera preventiva, integrando soluzioni fin ora utilizzate anche in altri campi, con tecnologie avanzate che possano migliorare notevolmente le condizioni di lavoro. Grazie all’innovativo contenuto tecnologico e di servizio, permette un controllo puntuale sull’utilizzo degli strumenti di sicurezza e sullo svolgimento delle attività nei cantieri.

Come funziona

Si.S.CA effettua, attraverso l’applicazione di tecnologie ICT, il monitoraggio delle condizioni di lavoro nei cantieri edili. Grazie alla tecnologia RFID è possibile controllare, in tempo reale, l’accesso ai varchi, il controllo della loro posizione in relazione ai possibili rischi, nonché il corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

La tecnologia Si.S.CA è stata brillantemente sperimentata in diversi cantieri, tanto da ottenere anche la certificazione di buona prassi in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

L’evoluzione: Sisca App

Si evolve la tecnologia ma resta primario l’obiettivo di salvaguardare la vita e la salute del lavoratore.

Garantire una forte interoperabilità tra il mondo dei sensori potenzialmente presenti negli ambiti lavorativi con i sistemi di rilevamento e controllo della sicurezza dei lavoratori è stato il punto principale sul quale si è posto l’attenzione, così come la necessità di utilizzare uno degli strumenti ad oggi più diffusi e dalle molteplici potenzialità, lo Smartphone. Facile ed intuitiva, reperibile facilmente sul mercato a un costo contenuto, lo Smartphone diventa per così dire la “centralina intelligente”, che informa dei possibili rischi legati allo svolgimento della propria mansione lavorativa.

Cosa fa Sisca App

  • monitoraggio dei DPI assegnati al Lavoratore (tecnologia beacon).

  • suddivide il luogo di lavoro in zone a diverso profilo di accesso ed identificare accessi non autorizzati (tecnologia beacon  e GPS).

  • effettua il monitoraggio ambientale utilizzando sensori connessi tramite una rete radio.

  • consente l’invio di una richiesta di soccorso.

  • generare allarmi automatici in caso di: superamento dei valori di soglia misurati dai sensori di monitoraggio ambientale; accesso non autorizzato a Zona monitorata; “Uomo a terra”.

  • memorizza lo storico degli eventi e degli allarmi.